L'acustica in ufficio: riconoscere il problema ed intervenire

  1. Analisi del problema

Con l’arrivo in Italia degli uffici open space, nell’ambito degli ambienti di lavoro si è presentata una nuova sfida per i designer ed i progettisti, la gestione del rumore.

Quando si lavora a stretto contatto con altre persone rimanere concentrati può essere un impresa ardua: il continuo ticchettio delle tastiere, le voci dei colleghi, il telefono che squilla, sono tutti elementi che infastidiscono e che portano ad un calo di concentrazione e produttività.

Inoltre quando in questo tipo di situazioni si crea il così detto effetto Lombard, ovvero la tendenza involontaria dei parlanti ad aumentare l'intensità della loro voce in presenza di un rumore di fondo che interferisce con la comprensione della voce umana, portando ad un circolo vizioso di inquinamento acustico che finisce per creare confusione e fastidio.

Negli anni un corretto comfort acustico negli ambienti diventerà fondamentale come lo è oggi l’aria condizionata non solo per gli uffici, ma anche in ambienti come ristoranti, sale conferenze, sale riunioni, negozi, scuole, ospedali.

Pannelli fonoassorbenti in appoggio a scrivania
  1. Progettazione acustica

Ma come fare per ovviare al problema?
Le strada da percorrere è una soltanto, una corretta progettazione acustica.

Per prima cosa occorre effettuare un rilievo dell’ambiente, definire le dimensioni degli elementi (muri, finestre, porte, soffitto, pavimento, arredi presenti etc…) ed i materiali che li compongono. Un volta raccolti questi dati, attraverso un software di calcolo dedicato si ottiene il tempo riverbero presente nella stanza prima dell’intervento ed il valore ottimale da raggiungibile dopo l’intervento in base alla tipologia ed al quantitativo del prodotto utilizzato.

Ascolta le differenze pre e post intervento!

  1. Le tipologie di prodotti

Esistono due principali categorie di prodotti utilizzabili per trattare acusticamente un ambiente: I pannelli ed i rivestimenti.

I pannelli fonoassorbenti sono realizzati in fibra di poliestere e rivestiti in tessuto. Sono adatti a varie configurazioni; possono essere infatti installati a soffitto, a muro, agganciati o appoggiati a scrivania, sospesi oppure messi a centro stanza.

I rivestimenti fonoassorbenti sono elementi da muro o soffitto molto di impatto. In legno, metallo, licheni, stabilizzati o addirittura in leghe preziose, questi elementi associano acustica ed architettura andando a creare effetti visivi piacevoli e ricercati.

  1. Fonoassorbente vs Fonoisolante

Quando si parla di acustica, un profano solitamente confonde e fa coincidere i concetti di fonoassorbenza ed isolamento acustico che tuttavia sono due elementi differenti anche se in parte collegati.

La fonoassorbenza infatti permette di migliorare l’acustica degli ambienti riducendo il riverbero, di conseguenza in un ambiente trattato acusticamente non ci sarà più bisogno di alzare la voce per comunicare con i colleghi ed il livello di rumore in uscita da quell’ambiente sarà inferiore.

L’isolamento acustico, come intuibile, si occupa invece di isolare acusticamente gli ambienti, impedendo alle onde sonore di propagarsi da un ambiente all’altro.

Gli elementi fonoassorbenti non possono isolare acusticamente gli ambienti ma, come già spiegato, possono aiutare ad evitare che ulteriore rumore venga prodotto.
La risoluzione di problemi di isolamento acustico richiede però un approfondimento dedicato, e lo tratteremo in un altro articolo. 

Pannelli fonoassorbenti a soffitto
  1. Conclusioni

Gli uffici moderni, spesso separati da partizioni vetrate e dove sono presenti grandi finestre (tutti elementi riflettenti che amplificano il riverbero), soffriranno maggiormente di problemi di acustica, ed una valutazione iniziale è necessaria per non trovarsi a dover ricorrere in un secondo momento a soluzioni tampone.

Attraverso la nostra esperienza possiamo guidarti fin dal principio verso una corretta progettazione acustica con elementi di design che possano impreziosire, e rendere il tuo ufficio un posto migliore dove lavorare serenamente ed in maniera produttiva.

Condividi:

PUNTO UFFICIO

Lascia i tuoi dati! Ti ricontatteremo per fissare un appuntamento o per un sopralluogo gratuito.

Compila il form sottostante o chiamaci al:

Da lunedì a venerdì: 
08:30 - 12:30 / 14:30 - 18:30
  • Il telefono è indispensabile per un contatto diretto e veloce
  • Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei dati da parte di questo sito web in base alla Privacy e Cookies Policy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
PUNTOUFFICIO di Rivola Gianfranco & C. s.a.s. Via Emilia levante, 402-406-424, 48014 Castel Bolognese (RA) 
Tel: 0546-55481 Fax: 0546-55766 Mail: info@puntoufficiocb.it Partita Iva - C.F. - Reg. imprese: 00988190393
Privacy Policy - Cookies Policy